L’infografica del giorno: “Anotomia di una Homepage efficace”

Progettare una Homepage non è semplice, essa sarà laprimacosa che i visitatori vedranno, dovrà dare subito l’idea di cosa facciate,  esprimere a pieno lo stile e la professionalità della vostra azienda. La sua struttura dovrà essere ben curata e nulla deve essere lasciato al caso. Quindi vado a condividere con voi questa interessante infografica che descrive tre regole da tenere sempre a mente.

1) Le BASI (qualunque sito andrete a visitare noteretela ricorrenza di questi elementi)

  • Il logo, normalmente posizionato in alto a sinistra, identifica rapidamente l’azienda e comunica il suo spirito e il suo stile.
  • Un form specifico per la ricerca, semplifica di molto la navigazione nel sito.
  • Il menu di navigazione anch’esso posizionato in alto per rendere comodo e semplice l’uso.
  • Il contenuto principale importantissimo per il SEO.

2) Gli OBIETTIVI (cosa volete che i visitatori facciano durante la visita?)

  • Subito sotto il menu normalmente vi è uno spazio dedicato a promozioni o altro, utile a veicolare il traffico sul vostro sito verso argomenti importanti.
  • Nella parte relativa al contenuto c’è spesso uno spazio dedicato al riassunto delle ultime offerte.

3)Lo SCOPO ( le persone devo capire immediatamente cosa fate )

  • Come dicevamo il logo è molto importante perchè dovrebbe dare subito l’idea del tipo di azienda.
  • La presenza di un carrello identifica subito un sito di e-commerce.
  • Le immagini e gli slideshow aiutano a inquadrae il tpo di attività e gli scopi del sito.
  • Sono importanti anche i titoli delle pagine che fanno parte del menu di navigazione.
  • Lo scopo principale del design è quello di catturare l’attenzione e di veicolare l’utente a leggere i contenuti del vostro sito, o a interessarsi ai vostri prodotti e promozioni.

Ho riassunto rapidamente le principali regole, ma credo che ancora più semplice sia godersi l’infografica realizzata da [ via Kissmetrics ]

Clicca sull’immagine per visualizzarla ingrandita.

2 Comments


  1. Giuseppe D'Elia
    mag 31, 2012

    Curioso, è proprio il modello che uso io! :)

    Il fatto è che secondo me non esiste una home ideale, penso che esistono molti modelli adattati a varie esigenze, voler dare più visibilità a un elemento piuttosto che a un altro è spesso una scelta molto personale più che strutturalmente in un canone definibile come standard.

    Un discorso diverso in termini di home ideale secondo me è più efficace farlo in base ai colori scelti secondo la tematica del sito stesso! Però è una mia opinione! :)


    • Vito
      giu 01, 2012

      Bisogna ammettere però, che effettivamente alcune caratteristiche ricorrano spesso. Difficilmente vedrai un sito con il logo dell’azienda inserito solo nel footer, lo spazio destinato ai vari elementi dovrà comunque essere ben equilibrato altrimenti la composizione sembrerà sbilanciata. Anche il menu ormai ha la sua posizione più o meno standard, anni fa non si usavano i banner o gli slider centrali ( parlo almeno di 10 anni fa ) ed era comunissimo trovare tutto il menu inserito in quella che oggi chiamiamo sidebar. Oggi questa struttura funziona molto meno perchè tra spazio riservato al logo e lo slider ci si ritroverebbe il menu troppo in basso e magari difficile da vedere. Altro dettaglio bisogna prestare attenzione allo spazio che queste tre elementi occuperanno altrimenti si rischia che la zona centrale riservata ai contenuti scivoli troppo in basso e costringa sempre l’utente a effettuare lo scroll e questo non piace molto, esperienza personale mi ha insegnato che ci sono utenti che se non vedono il titolo o comunque l’inizio dei contenuti, non effettuano lo scroll -.- ( lo so sembra assurdo ma non tutti i navigatori sono “esperti” ). Insomma mi sono reso conto che gli utenti vogliono tutto e subito e per il momento questa sembra la struttura più naturale, più adatta alla navigazione, poi chi sa, tra qualche anno usciranno “blocchi” nuovi e questa disposizione non sarà più efficace come lo è oggi.
      Quindi diciamo che questa infografica concentra la sua attenzione sull’usabilità, cioè come sarebbe meglio disporre i blocchi ricorrenti in modo da ottimizzarne la navigazione e far comprendere al meglio in che sito siamo, la questione colore secondo me è il passo successivo una volta che so cosa devo fare e dove li devo mettere penso alla struttura “artistica” del sito. ma anche questa è un opinione strettamente personale derivante dalle mie esperienze passate ^__^.

Leave a Reply

Free download